Una concezione naturale del vigneto

Il vigneto del dominio é composto da due terzi di vini bianchi e un terzo di vini rossi e rosé.

I 22 ettari di vigne sono vinificati in chiave moderna utilizzando metodi tradizionali e novità tecniche. La famiglia BERSAN s’impegna a mantenere la tradizione coltivando i propri vini nel modo più naturale possibile al fine di esprimere e preservare al meglio i territori.

A partire dalla raccolta 2009 il dominio é in conversione all’agricultura biologica sull’insieme della produzione e ha ottenuto l’etichetta AB a partire dall’annata 2012.

Un ritorno alle origini che non é affatto dispiaciuto a Jean-Christophe BERSAN : « Certo, questo rappresenta un carico di lavoro supplementare e un rischio poiché noi dobbiamo seguire il ritmo della vigna e siamo sottomessi agli imprevisti della natura ma questa volontà di comprendere e di rispettare la natura ci permette di lasciare che si esprima al meglio».

Le ricette per valorizzare i vini e rispettare la loro natura secondo Jean-Christophe BERSAN: « Non bisogna più utilizzare prodotti sintetici, un diserbante meccanizzato, regolamentazione delle superfici erbose contro l’erosione, un apporto di concimi organici secondo il caso dell’appezzamento ma seguire una vinificazione tramite una fermentazioni interamente effettuate grazie ai lieviti indigeni! ».